Ottimizzazione SEO On Page: alcune linee guida e consigli

Cos'è il SEO copywriting e perché è così importante?

seo

La SEO non è solo keyword e link building. La prima cosa da tenere in considerazione è che esistono due modus operandi completamente distinti e al contempo complementari. Senza la prima, la seconda non sarebbe in grado di sfruttare al 100% la spinta di una strategia SEO. Mi sto riferendo all’ottimizzazione SEO on-page ed alle operazioni di SEO off-page.

L’ottimizzazione SEO on Page quindi è il punto di partenza indispensabile per ottimizzare un sito web per i motori di ricerca.

Proprio perché l’ottimizzazione SEO On Page è il punto di partenza è necessario conoscere bene quello che si sta facendo. Ciò significa conoscere bene quali sono i fattori da modificare per ottimizzarli vuoi scalare le classifiche dei risultati restituiti da Google.

Per ottenere dei buoni risultati in termini di posizionamento sui motori di ricerca quindi, curare l’ottimizzazione SEO di una pagina web è senza dubbio la prima attività pratica da compiere. Solo dopo aver creato una pagina web di qualità, magari seguendo le linee guida di questa mia breve e semplice guida alla SEO on page, possiamo pensare di passare alle attività di ottimizzazione off-site come link building e digital pr.

1. Struttura website chiara, pulita e aggiornata

La struttura del sito può essere il vostro miglior alleato quando si tratta del posizionamento sui motori di ricerca. Il modo in cui organizzate l’architettura del sito è importantissimo per la SEO e i vostri visitatori. I motori di ricerca passano attraverso la struttura dei link interni per trovare le pagine da indicizzare. Se il sito è ben strutturato, tutte le pagine, categorie e sottocategorie saranno facilmente trovabili e indicizzate dai crawler dei motori di ricerca.
Inoltre, una navigazione intuitiva aiuterà gli utenti a trovare quello che stanno cercando nel minor tempo possibile. La regola dei tre click afferma che le informazioni su un sito web dovrebbe essere disponibili per un utente in non più di tre click.

2. Url della pagina web

Quando creiamo un sito web dovreste includiamo nella Url di una pagina le parole chiavi principali per le quali volete posizionarvi. Le pagine interne del vostro sito possono essere ottimizzate per parole chiavi diverse e il migliore modo per crescere la visibilità della pagina e concentrarsi su una parola chiave da includere direttamente nella Url.

3. Create un title tag per ogni pagina del sito

Un title tag descrive tutto ciò che riguarda il vostro dominio e offre un significativo valore extra agli utenti e ai motori di ricerca. È una frase che descrive il vostro spazio online e appare dappertutto: SERPs, social media e motori di ricerca. Il title tag dovrebbe essere breve, attraente e unico in modo da attirare l’attenzione di quelli utenti che sono il vostro pubblico di riferimento. Questo significa che dovete parlare la lingua degli utenti e presentare il sito in un modo che sia attrattivo per loro.
Quando create un title tag cercate di stare tra i 60 e 90 caratteri spazi inclusi, Google ne riconosce solo 70 cosicché cercate di non superare questo limite. Inserite nel title tag le keyword più importanti per le quali volete posizionare il sito, cercate di metterle all’inizio della frase e non dimenticate di assegnare ad ogni pagina un titolo diverso basato sulla parola chiave più rilevante per quella pagina

4. Usate le meta description per presentare meglio la vostra attività

Le meta description sono un breve paragrafo che appare sotto il titolo nei risultati di ricerca. Questa funzione vi da la possibilità di presentare la vostra attività davanti agli utenti prima che quest’ultimo acceda al sito.
Le meta descrizioni dicono agli utenti se cliccare oppure no sul vostro sito, dovrebbero essere tra i 150-160 caratteri, includere le parole chiave più importanti di quella pagina, essere scritte bene, essere attraenti e diverse per ogni pagina.

5. Trovare le parole chiave più adattate

La SEO si basa sulle parole chiave. Una buona strategia SEO è trovare le parole chiave che gli utenti stanno utilizzando per trovare servizi/prodotti simili a quelli che voi offrite. Con una buona lista di keyword in mano avrete già fatto metà del lavoro.
Un modo molto utilizzato per trovare parole chiave è l’uso di Google Keyword Planner, che è uno strumento gratuito e disponibile per chiunque abbia un account Google Adwords. Una volta entrati potete mettere dettagli che distinguono il vostro sito in modo da avere a disposizione i primi suggerimenti di parole chiave. Selezionate le parole chiave più rilevanti dalla lista, che siano popolari tra gli utenti e abbiamo una competitività bassa o media.
La cosa difficile qui è che Google mostra la competitività basandosi sul numero degli annunci a pagamento che potrebbero essere totalmente diversi dai risultati di ricerca organici. Cosicché una buona idea è utilizzare altri strumenti per la ricerca di parole chiave oltre a Google Keyword Planner.

benefici SEO
Open chat
Ciao!
Ciao, hai bisogno di aiuto?